Ubuntu Netbook Remix (alpha5), test in VirtualBox e VMware

Rilasciata Ubuntu 9.04 (Jaunty Jackalope) Alpha 5, compresa la versione per netbook -Netbook-Remix-, quest’ultima in formato img per pendrive USB

schermata-jaunty-netbook-remix-in-esecuzione-virtualbox-ose-2

What is Ubuntu Netbook Remix?

Ubuntu Netbook Remix is optimised to run on a new category of affordable Internet-centric devices called netbooks. It includes a new consumer-friendly interface that allows users to quickly and easily get on-line and use their favourite applications. This interface is optimised for a retail sales environment.

Questo il link per Il download:

jaunty-netbook-remix-i386.img 753Mb

UNR USB image

The USB image allows you to try Ubuntu-Netbook-Remix without changing your computer at all, and at your option to install it permanently later. This USB image is optimized for netbooks with screens up to 10″. You will need at least 256MB of RAM to install from this image.

Il file può essere copiato con “dd” su una pendrive e dal boot di questa si potrà provare la nuova interfaccia che lascia perplessi, ma che potrà avere estimatori.

Se invece volessimo provarla in virtuale possiamo ricorrere alla trasformazione in disco VDI per VirtualBox o in VMDK sia per VMware che per VB. I modi che conosco sono due, entrambi validi: Leggi il resto dell’articolo

[quickpress] VirtualBox OSE svn r16989 amd64

Compilati i pacchetti a 64bit di VirtualBox OSE svn r16989 e aggiunti al repo, le novità sono quelle dette nel post precedente per la versione a 32bit.

vb-about

Questi i links diretti:

virtualbox-ose_2.1.3+svn-1-adoldo-16989_amd64.deb

virtualbox-ose-dbg_2.1.3+svn-1-adoldo-16989_amd64.deb

Descrizione:
Leggi il resto dell'articolo

VirtualBox 2.1.4 rilasciato, risolti i problemi del NAT nel ramo svn

Proprio mentre aggiornavo i pacchetti a 32 e 64 bit (versione 2.1.3+svn-1-adoldo-16769), arriva in mailing list l’annuncio del rilascio della versione 2.1.4, di cui questo è il ChangeLog.

Hi,
today Sun released VirtualBox 2.1.4 which is a maintenance release.
See the ChangeLog

http://www.virtualbox.org/wiki/Changelog

for more details. The binaries and the manual can be downloaded here:

http://www.virtualbox.org/wiki/Downloads

Have fun

Per i pacchetti svn potete fare l’aggiornamento dal repo, entro domani troverete le nuove versioni 2.1.4 ricompilate ;)

Questi i links diretti dei pacchetti SVN testati su Debian 5.0 Lenny e Ubuntu 8.04 e 8.10:

32bit:

virtualbox-ose_2.1.3+svn-1-adoldo-16769_i386.deb

virtualbox-ose-dbg_2.1.3+svn-1-adoldo-16769_i386.deb

64bit:

virtualbox-ose_2.1.3+svn-1-adoldo-16787_amd64.deb

virtualbox-ose-dbg_2.1.3+svn-1-adoldo-16787_amd64.deb

Enjoy :)

Antix-M8, boot da pendrive USB o da immagine ISO

antix-logo

Il rilascio di Debian 5.0 di ieri ha inondato le pagine di molti siti, e le attese di molti fans, compreso me, sono state esaudite. Già da tempo chi aggiornava dai repo ufficiali intravedeva la versione matura di Debian e nei prossimi giorni potremo capirne di più.

Debian GNU/Linux è definito il sistema operativo universale, credo per il fatto che sia installabile su moltissime piattaforme. Decine sono le distro derivate, come Ubuntu, Knoppix, Sidux, Xandros, Mepis.

Un giorno prima di Lenny ha visto la luce anche antiX-M8 costola leggera di Mepis 8,  rilasciata con il nome “antiX MEPIS 8 Intifada“, che secondo gli autori è adatta per computers obsoleti e con poca RAM,

AntiX is designed to work on computers with as little as 64 MB RAM and Pentium II or equivalent AMD processors, but not K5/K6 processors. 128 MB RAM is recommended minimum.

Le note di rilascio e l’annuncio sono qui:

http://antix.mepis.com/index.php/Main_Page#News

http://www.mepis.org/node/14212

Morgantown, WV, US and Thessaloniki, Greece, Feb 12, 2009 — The antiX-team is proud to announce that antiX MEPIS 8 ‘Intifada’ – a fast and light complete desktop and livecd based

on SimplyMEPIS and Debian Testing, with a little bit of sidux,- is now available at mepis mirrors in the released/antix directories in full and base editions.

This release defaults to a fully customised icewm desktop (fluxbox is also installed) In addition to the SimplyMEPIS 8.0 foundation with its 2.6.27-15 kernel and Assistants, antiX has an improved

antiX-Control Centre, new scripts for screenshots, and phonebook. There are improved and extended themes and artwork for icewm and fluxbox. Localisation is much improved in this version.

Download della versione full: antiX-M8.iso

Una delle cose da considerare è che questa è una distro Debian con alcuni repository aggiunti, per permettere comunque una release camaleontica e scalabile. Di serie monta icewm e fluxbox come WM, ma una volta installata è possibile integrarla con qualunque cosa venga da madre Debian ;)

Leggi il resto dell’articolo

UCK nei repository universe di Ubuntu

Vi avevo già segnalato in questo post che il software UCK (Ubuntu Customization Kit,  software ideale per la personalizzazione delle distribuzioni Linux Ubuntu), sarebbe stato inserito nei repository di Ubuntu 9.04.

Ho appreso dal sito di Alessio Treglia e da quello di Fabrizio Balliano, che finalmente è possibile installare UCK dai repo. Mi sembra giusto citare anche Luca Falavigna che ha partecipato attivamente alla pubblicazione.

avvio uck proprietà

Al momento ho installato su Intrepid  UCK 2.0.7, scaricandolo da qui.

Adesso apt-cache riporta:

Leggi il resto dell’articolo

Installazione di Debian Lenny su pendrive persistente (partendo da zero)

Alcuni giorni fa, vi avevo anticipato che stavo provando una distribuzione debian su pendrive:

Sto riprendendo un lavoro pensato tempo fa, trattato in parte nel blog, che riguarda la creazione di piccole ISO o distro USB basate su debian e ubuntu, dedicate al file recovery, oppure usate come base per personalizzare le distro.
In questo post già accennavo come VirtualBox può essere utile per lavorare sia sulle immagini ISO in “collaborazione” con UCK e sia con distro costruite con debootstrap e chroot.

Ho provato in effetti diversi metodi e pendrive, cercando di salvare il contenuto su disco per poter replicare, partendo dal file unico compresso, il sistema debian. La scelta di creare l’archivio compresso è caduta su cpio con bzip2, abbandonando partimage perché per il ripristino necessita di una partizione e non è possibile lavorare in una directory. Uno dei documenti che ho letto è CPIO How-To

Questo post è scritto completamente da pendrive :)

debianusb1debianusb2

debianusb3debianusb41

La procedura di installazione di debian lenny inizia con lo scaricare Debian base in una directory, cosi come trattato in questo altro post.

Leggi il resto dell’articolo

[quickpress] virtualbox-ose 2.1.1svn 16065

Ecco i nuovi pacchetti VirtualBox OSE svn appena compilati:

Risolti diversi bugs.

Nel caso decideste di installarli vi ricordo che sono sperimentali e non ufficiali ;)

Io li uso su Ubuntu e Debian, sarebbe gradito il vostro feedback.

Enjoy :)

Questa è la schermata delle mie macchine :D

schermata-virtualbox-ose

[quickpress] virtualbox-ose 2.1.1svn 15787

vbox211svnca4

oggi sul repo, ecco i links diretti:

Domani  l’aggiornamento sarà visibile anche a “apt-get update” per chi usa il repo intrepid in sources.list

UPDATE:

Tip:  appena installati/aggiornati vanno recompilati i moduli:

$ sudo /etc/init.d/vboxdrv setup

Enjoy :)

[quickpress] Ubuntu Plus 64bit Photo Album

by The Wise Dj

Album Immagini Ubuntu Plus 64bit

Avvia slideshow

[quickpress] UCK 2.0.5, ubuntu su misura

Ubuntu Customization Kit

UCK

Rilasciata qualche giorno fa la nuova versione di UCK, corretti alcuni piccoli problemi.

Grazie a Fabrizio Balliano e a Alessio Treglia avremo presto nei repository universe questo utilissimo software. Ecco il changelog, preso dal sito di Fabrizio:

Changelog:

* GUI:
* UCK version number fix

* Backend:
* uck-remaster script now outputs UCK version
for a better debugging
* minor fix to download-gfxboot-theme-ubuntu
(thanks to Alessio Treglia)

* Package:
* minor fixes to uck.desktop (thanks to Alessio Treglia)
* some license/copyright issues were fixed (thanks to Alessio Treglia)

Download:
http://downloads.sourceforge.net/uck/uck_2.0.5_all.deb

UPDATE:

Installazione:

$ sudo dpkg -i uck_2.0.5_all.deb

se doveste avere problemi di dipendenze, usate

$ sudo apt-get  -f install

oppure installate prima quanto richiesto:

$ sudo apt-get  install gfxboot squashfs-tools dpkg-dev build-essential

Grazie a entrambi :)

Colgo l’occasione per augurare un Buon Anno a tutta la comunità,

Antonio

Installazione di VMware-server 1.0.8 su Ubuntu Intrepid e Debian Lenny

Da diverso tempo non scrivo più su vmware server, anche per il fatto che per scelta mi piace usare VirtualBox OSE, che non è così sensibile ai cambi di distro e kernel e tra l’altro è molto più leggero. In pratica con vmware-server ogni volta che si cambia kernel si corre il rischio che non si compilino più i moduli vmmon e vmnet.

Si deve ricorrere quasi sempre a patches della comunità (quindi non ufficiali) per avere questo prodotto funzionante, che ha sicuramente molte cose positive: non è open, ma gratuito e permette per piccole realtà di avere un backend di virtualizzazione. La versione 1.0.8 build-126538 non si smentisce e infatti sia su debian che su ubuntu non compila correttamente (la versione 2.x non la considero nemmeno per le risorse hardware richieste).

Per la compilazione è sufficiente scaricare la patch da questo sito, decomprimerla e eseguire il file runme.pl.

Ho effettuato l’installazione sia su debian lenny che su ubuntu intrepid, rispettivamente con i kernels 2.6.26-1-686 e 2.6.27-9, riscontrando su entrambe i problemi suddetti.

Su Debian inoltre gnome-vfs dopo l’installazione mi dava dei problemi di browsing con la console e ho colto l’occasione per passare sia Gnome che Nautilus alla versione 2.24 e i problemi sono spariti :)

Un po’ di appunti copia e incolla, sono visibili su questo documento google, anche se messi in modo grezzo.

mentre questo è un video dell’interfaccia web mui con due VM (Sidux e debian) in contemporanea sul mio portatile (1gb RAM, Intel(R) Pentium(R) M processor 1.86GHz, Debian Lenny) sul mio desktop (AMD 64 X2 Dual Core 5000+, 2GB RAM, Ubuntu Intrepid)

Vediamo come procedere per l’installazione:

Leggi il resto dell’articolo

VirtualBox 2.1.0, major release con supporto ai dischi VMDK e VHD

Oggi è stata rilasciata una versione importante di VirtualBox, i cambiamenti sono davvero notevoli e il salto di versione non sembra sia solo numerico. Tra i tanti cambiamenti leggibili nel Changelog, appare subito evidente il supporto ai dischi di altre piattaforme (VMware e Microsoft), i miglioramenti sulla grafica e sul networking. Per i dischi, la sezione 5.2 del manuale recita:

5.2 Disk image files (VDI, VMDK, VHD)
…. VirtualBox supports two variants of disk image files:
• Normally, VirtualBox uses its own container format for guest hard disks – Virtual Disk Image (VDI) files. In particular, this format will be used when you create a new virtual machine with a new disk.

VirtualBox also fully supports the popular and open VMDK container format that is used by many other virtualization products, in particular, by VMware.

• Finally, VirtualBox also fully supports the VHD format used by Microsoft.

e nel Changelog risulta anche una nuova funzionalità che dovrebbe rendere più facile il lavoro sia su windows che su linux per l’uso della rete bridged, cosa che in VB è stata sempre ostica:

New Host Interface Networking implementations for Windows and Linux hosts with easier setup (replaces TUN/TAP on Linux and manual bridging on Windows)

Adesso infatti invece di impazzirsi tra tun e tap (e tra cip e ciop) è sufficiente selezionare Host Inteface e scegliere la scheda che deve fare da “ponte”, miracolo :D

impostazioni-rete

rete-bridged-netcat

Le prime prove che ho fatto sono state quelle di compilare la versione svn che adesso è numerata 2.1.1~svn-1 (usata per le schermate di questo post) e che insieme alla versione stabile 2.1.0 troverete sul repo nei prossimi giorni, forse domani… stay tuned

Leggi il resto dell’articolo

Accesso remoto a Debian/Ubuntu con NX, via ssh e web

nx1_deb1

Avevo già scritto in questi posts(1 e 2) su uno dei modi di accesso remoto a macchine Linux, e visto che mi è stato chiesto per e-mail e seguendo commenti e discussioni su questo e su altri blog, ho ripreso l’argomento, motivato anche da esigenze lavorative.

Normalmente, almeno su ubuntu, è presente il server vino e il client vinagre per una connessione di tipo vnc, ma le prestazioni non sono paragonabili a quelle di NX, software prodotto da www.nomachine.com (citazione doverosa e gratuita), che fornisce il pacchetto server (non free) con un limite di due connessioni per uso personale.

Esiste però anche il pacchetto freenx-server, opensource, che è indietro in debian  e un pò meno in ubuntu, ma entrambi  non sono purtroppo aggiornati come quello commerciale.

Il repository per ubuntu funziona anche sulla mia debian unstable, ma non giurerei che sia debian compliant, se volete e se potete fatemi sapere.

Leggi il resto dell’articolo

[quickpress] Slax 6.0.9 rilasciata

logo slax

logo slax

E’ stata rilasciata la versione 6.0.9 di Slax, distro storica legata a slackware che spesso assume il ruolo di coltellino svizzero, minimale,  di soli 200MB. Anche se sviluppata da una sola persona, è molto nota e seguita da schiere di fans.  Questo l’annuncio di Tomas Matejicek:

The newest Slax version 6.0.9 has been released today.
It fixes the problems with unsquashfs, which appeared in previous version.
Moreover it updates Slax to the latest Slackware 12.2, with kernel 2.6.27.8

You can download it from the usual locations, preferred mirror is at
ftp.linux.cz/pub/linux/slax/SLAX-6.x/
(after it gets updated).

I hope you like the new version.
Thank you for using Slax.

Il download dell’immagine ISO e del file .tar è possibile da qui:

slax-6.0.9.iso 194982 KB 12/12/2008 15.36.00
slax-6.0.9.tar 194550 KB 12/12/2008 16.08.00

Gimp e Videoguide, omaggio siciliano

Dopo diversi giorni di scarsa attività riprendo a scrivere per segnalare il lavoro svolto da Antonio Cantaro, che nel puro spirito di condivisione della conoscenza, propone come suo regalo per tutti noi, e che a nostra volta potremo divulgare e regalare, un CD scaricabile dal sito della scuola Majorana di Gela, contenente Gimp per Linux e Windows, più 24 videoguide che costituiscono il corso di base a Gimp 2.6.3.

Nella directory files trovate le 3 versioni di gimp:

Gimp2.6.2-Ubuntu-804.zip
Gimp2.6.3-Ubuntu-810.zip
Gimp2.6.3-Windows.zip

Il CD, completo di una copertina natalizia, può essere un regalo a basso costo, gratuito e libero, utile per vedere elementi di grafica opensource, con livelli di professionalità paragonabili a software commerciale e costosissimo.

Colgo l’occasione per fare i complimenti a Antonio Cantaro e allo splendido lavoro svolto, unendo gli auguri di festività serene con gli affetti più cari.

copertina-cd-gimp2_lightbox

Enjoy :)

blogtopsites.com

..:: Statistiche del Blog ::..

  • 828,202 Pagine viste
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.