Accesso remoto a Debian/Ubuntu con NX, via ssh e web


nx1_deb1

Avevo già scritto in questi posts(1 e 2) su uno dei modi di accesso remoto a macchine Linux, e visto che mi è stato chiesto per e-mail e seguendo commenti e discussioni su questo e su altri blog, ho ripreso l’argomento, motivato anche da esigenze lavorative.

Normalmente, almeno su ubuntu, è presente il server vino e il client vinagre per una connessione di tipo vnc, ma le prestazioni non sono paragonabili a quelle di NX, software prodotto da www.nomachine.com (citazione doverosa e gratuita), che fornisce il pacchetto server (non free) con un limite di due connessioni per uso personale.

Esiste però anche il pacchetto freenx-server, opensource, che è indietro in debian  e un pò meno in ubuntu, ma entrambi  non sono purtroppo aggiornati come quello commerciale.

Il repository per ubuntu funziona anche sulla mia debian unstable, ma non giurerei che sia debian compliant, se volete e se potete fatemi sapere.

I pacchetti scaricati da nomachine, si installano semplicemente con:

$ sudo dpkg -i nxserver_3.3.0-8_i386.deb nxnode_3.3.0-3_i386.deb nxclient_3.3.0-3_i386.deb

mentre il repository è selezionabile aggiungendo al nostro sources.list le righe (sostituite hardy con la vostra release):

#freenx
deb http://ppa.launchpad.net/freenx-team/ubuntu hardy main
deb-src http://ppa.launchpad.net/freenx-team/ubuntu hardy main

per i pacchetti free ho installato invece:

$ sudo apt-get  install nxsadmin freenx-vnc freenx-session-launcher freenx-server freenx-rdp freenx-media freenx

Una volta installato potete creare l’utente amministratore con
$ sudo /usr/NX/bin/nxserver --useradd adoldo --administrator
e avrete un output simile a questo:
NX> 801 User: adoldo uses SSHD authentication.
NX> 306 Administrator: adoldo added in the NX administrator DB
NX> 900 Adding public key for user: adoldo to the authorized keys file.
NX> 716 Public key added to: /home/adoldo/.ssh/authorized_keys2.
NX> 900 Verifying public key authentication for NX user: adoldo.
NX> 900 Public key authentication succeeded.
NX> 301 User: adoldo enabled in the NX user DB.
NX> 999 Bye.

Con il wizard (/usr/NX/bin/nxclient -wizard) potete creare la vostra connessione salvandola sul desktop che si traduce in effetti in un eseguibile:
/usr/NX/bin/nxclient –session “/home/adoldo/.nx/config/ubuntuHardy.nxs”

sessione nxs

sessione nxs

Infatti le sessioni sono files di testo (nxs) che contengono la chiave, il server e l’utente e possono essere utili se volessimo raggiungere il nostro desktop da un browser java compatibile. Il pacchetto nxplugin se installato dispone di una applet che permette di scaricare il client da web e eseguire il desktop in remoto.

In questo caso il file session.nxs va copiato in /var/www/plugin (E’ necessario apache2) e editato per il server che vogliamo raggiungere

nx3nx4

nx7nx5

nx01

nx11nx10

Per il client esiste, oltre a quello di nomachine, anche una versione free (qtnx) con librerie qt, ma è quasi inusabile, lentissimo.
qtnx1

PS: ricordatevi di non vedere film e sentire musica, il suono viene “erogato” sul server remoto😀

Enjoy

Info Antonio Doldo
www.toolinux.it - www.virtualboxes.org - adoldo.wordpress.com - Linux user & Android fan

2 Responses to Accesso remoto a Debian/Ubuntu con NX, via ssh e web

  1. Pingback: Accesso remoto a Debian/Ubuntu con NX, via ssh e web | Blogs

  2. Pingback: Accesso remoto a Debian/Ubuntu con NX, via ssh e web | Tech

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: