Ubuntu 8.10 intrepid su pendrive, adesso è più semplice e veloce (e persistente)


Diverse volte ho scritto di distribuzioni installate su USB, quasi sempre in modo manuale, aggiustando, nel caso di Ubuntu,  i puntatori alla directory casper e ai files vmlinuz e initrd.gz.

A essere sincero questa volta non ho rincorso l’uscita di Intrepid, avendo da tempo optato per Debian come sistema principale, ma ho due o tre installazioni di Hardy che uso per sviluppo e che penso di tenere ancora per molto tempo, solo un portatile è stato aggiornato a Intrepid.

Mi ha incuriosito però l’utility in python usb-creator che permette di creare una pendrive avviabile e persistente in pochissimo tempo, senza configurare nulla (o quasi).

Questa si trova in “Amministrazione” -> “Create a USB startup disk”

Basta selezionare l’immagine ISO di Intrepid Desktop e inserire la pendrive, scegliendo la dimensione per il nostro file dati (casper-rw). In pratica sto scrivendo da Usb e non me ne accorgo quasi. Il boot in è un po’ lento, ma aspettare tre minuti per vedere le modifiche già effettuate riapparire sulla pennetta, ne vale la pena.

Come dicevo, le modifiche vengono memorizzate in un file casper-rw da noi definito quando si sceglie “Stored in reserved extra space” e che non è altro che un file formattato ext3.

$ file /cdrom/casper-rw
/cdrom/casper-rw: Linux rev 1.0 ext3 filesystem data (needs journal recovery)

Per quanto mi riguarda ho impostato 300Mb nella pendrive da 2 Gb, che vanno bene per impostazioni normali, personalizzazioni, ma occorre stare attenti a non riempire la root con upgrade o copia di files nella home.

Naturalmente con penne o files casper-rw più grandi il problema di saturare tmpfs è inferiore.

Se volete dare un’occhiata al file casper-rw, si può montare e visualizzare con:

sudo mkdir /mnt/loop
sudo mount -o loop /cdrom/casper-rw /mnt/loop

“/cdrom” perché la penna live viene vista in quella directory😉

ubuntu@ubuntu:/mnt/loop$ ls -la
totale 28
drwxr-xr-x 17 root root  1024 2008-11-02 21:32 .
drwxr-xr-x  3 root root  1024 2008-11-02 21:46 ..
drwxr-xr-x  2 root root  1024 2008-11-02 18:49 cdrom
drwxr-xr-x 22 root root  1024 2008-11-02 22:17 etc
drwxr-xr-x  3 root root  1024 2008-11-02 18:49 home
drwxr-xr-x  3 root root  1024 2008-10-29 23:15 lib
drwx------  2 root root 12288 2008-11-02 18:45 lost+found
drwxr-xr-x  4 root root  1024 2008-11-02 22:17 media
drwxr-xr-x  3 root root  1024 2008-11-02 21:46 mnt
drwxr-xr-x  2 root root  1024 2008-11-02 18:49 rofs
drwxr-xr-x 12 root root  1024 2008-11-02 21:56 root
drwxr-xr-x  2 root root  1024 2008-10-29 23:15 sbin
drwxrwxrwt 16 root root  1024 2008-11-02 22:27 tmp
drwxr-xr-x  6 root root  1024 2008-10-29 22:58 usr
drwxr-xr-x  9 root root  1024 2008-10-29 23:12 var
-r--r--r-- 55 root root     0 2008-11-02 18:49 .wh..wh.aufs
drwx------  2 root root  1024 2008-11-02 19:15 .wh..wh.plnk
drwx------  2 root root  1024 2008-11-02 18:49 .wh..wh..tmp

Se voleste personalizzare l’avvio, potete intervenire sul files syslinux/text.cfg, mentre per rimuovere le lingue non volute, basta modificare langlist e buttare via i vari .tr e .hlp.

menu syslinux text.cfg

menu syslinux text.cfg

Enjoy😀

Info Antonio Doldo
www.toolinux.it - www.virtualboxes.org - adoldo.wordpress.com - Linux user & Android fan

13 Responses to Ubuntu 8.10 intrepid su pendrive, adesso è più semplice e veloce (e persistente)

  1. Luca scrive:

    Ciao,
    ho provato a creare una penna usb con Ubuntu 8.10 all’interno tramite “Create a USB startup disk”.
    A me non funge. Mi dice “starting up” ma poi non va avanti.
    La penna è formattata in vfat che dovrebbe corrispondere a FAT32.
    Non capisco😦

  2. Antonio Doldo scrive:

    @Luca
    puoi provare a riformattare la pendrive, creando prima però la partizione in FAT16 (codice 6 d fdisk) a volte la geometria del disco non viene vista correttamente.
    Se vuoi puoi provare anche a copiare il contenuto dell’immagine ISO sulla pendrive e renderla avviabile con syslinux. Dai un’occhiata ai vecchi post, tipo questo:
    https://adoldo.wordpress.com/2007/10/21/ubuntu-e-xubuntu-710-su-pendrive-usb-test-in-virtualbox/

    Fatti risentire se hai problemi.
    Ciao,
    Antonio

  3. MArco scrive:

    Savle……..
    Io ho un pen drive da 4 gb come sistema operativo ho windows vista 64bit……..volgio installare l’ubunto nella mia pen dirve che faccio?????????
    grazie

  4. Antonio Doldo scrive:

    @MArco
    puoi crearla sia partendo con il livecd di Ubuntu Intrepid 8.10 e scegliendo usb-creator,
    oppure estraendo il contenuto dell’immagine ISO (puoi aprire il file con winimage) e installi syslinux per windows, per rendere avviabile la pendrive, http://syslinux.zytor.com/index.php
    il comando sarà tipo:

    syslinux f:
    oppure
    syslinux.exe -m -a -d /boot/syslinux z:

    Ciao,
    Antonio

  5. Pingback: Ubuntu 8.10 intrepid su pendrive, adesso è più semplice e veloce (e persistente) | Blogs

  6. Paolo Sidoli scrive:

    Ho installato su oen driver Ubuntu 8.10 intrepid e funziona molto bene su su asuss eee 900, dove essendo già installatp XP non ho voluto modificare il disco fisso per ragioni di granzia. Purtroppo non funziona la rete wirless, problema già riscontrato in wiki su internet. Mi sapresti dire se posso ovviare a ciò e come?
    Ringrazio anticipatamente e complimenti ancora.
    Paolo da Milano

  7. Antonio Doldo scrive:

    @Paolo Sidoli
    non conosco l’asus eee, ti passo un link dove sembra abbiano risolto il problema usando il kernel adam:
    http://panegiricomoderno.wordpress.com/2008/11/22/installare-ubuntu-810-intrepid-ibex-su-eeepc-701900/
    so che forse non sono d’aiuto, ti ringrazio dei complimenti.
    Ciao,
    Antonio

  8. Paolo Sidoli scrive:

    Purtroppo se uso gestione pacchetti synapctic mi appare:

    E: Impossibile aprire il file /var/cache/apt/pkgcache.bin – open (5 Errore di I/O)
    E: Troncamento del file non riuscito – ftruncate (9 Descrittore di file errato)
    E: Impossibile analizzare o aprire l’elenco dei pacchetti o il file di stato.
    E: _cache->open() failed, please report.

    e percio’ resto bloccato, c’e’ una soluzione?
    Paolo

  9. Antonio Doldo scrive:

    @Paolo Sidoli
    Ho letto che in questi casi dovrebbe essere sufficiente (condizionale) cancellare /var/cache/apt/pkgcache.bin e rilanciare
    sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade

    prendilo con le molle, ciao, Antonio

  10. Merka73 scrive:

    Non ho capito bene una cosa!
    Una volta installato ubuntu 8.10 su pendrive con la procedura descritta, è possibile andare su un pc con windows installato (supponiamo anche che il pc sia acceso e magari sia quello del mio ufficio.. blindato… sul quale non ho i privilegi di amministratore) inserire la pendrive e, come una qualsiasi applicazione portabile, avviare ubuntu senza lasciare nessuna traccia sul pc host?

    Grazie in anticipo

    Merka73

  11. Antonio Doldo scrive:

    @merka73
    sempre che il tuo capufficio non abbia messo la password nel bios 8)
    E poi la sicurezza riguarda solo ii computer accesi, non quelli spenti alla portata di tutti. Di fatto l’avvio da live non fa altro che eseguire nella RAM il sistema operativo, ma è chiaro che un accesso anche al solo mount della partizione è visibile agli esperti. Alcune analisi forensi si basano anche su questo😉
    Il concetto non cambia se si usa una pendrive o un livecd.
    saluti,
    Antonio

  12. SauZheR scrive:

    Ciao.
    Ho seguito il tuo post, ma in realta’ ho installato kubuntu 8.10 sul mio pendrive da 16gb seguendo l’installazione del tutto manuale.
    Devo dire che ha funzionato al primo colpo… quello che non capisco e’ perche’ il sistema risulti cosi’ lento.
    Il boot impiega quasi 8 minuti. E operativamente e’ lento: ogni volta che apro una finestra o un menu’, spesso anche quando do’ comandi in konsole e’ come se aspettasse qualcosa…
    Ho notato che manca del tutto la partizione di swap… e la ram (1gb) viene saturata praticamente subito… puo’ dipendere da questo? nell’how to seguito pero’ non si parlava di partizioni di swap… solo di una in cui copiare ilcontenuto della iso, piu’ la casper-rw.

    Il mio sistema e’ un Dell Inspiron9300 (monocore) con hdd da 80GB… percaso hai una dritta?

    ciao, grazie.

  13. Antonio Doldo scrive:

    @SauZheR
    So che alcun bus usb (scusa il giro di lettere) hanno delle lentezze e da quello che leggo hai un portatile dell, io ne ho uno e il boot avviene in 3/4 minuti, ma poi con un Gb di RAM, si può lavorare, certo non è una scheggia.
    Il mito di lavorare da usb, purtroppo non è ancora attuabile se non su alcuni hardware, per piccole cose, non se ne può fare a meno, ma ubuntu non è il massimo, in più la plus ha un file compresso più grande che si traduce in una quantità di ram notevole.
    la swap inoltre è sconsigliata sulla pendrive, ma se hai spazio puoi crearti uno swapfile su qualunque partizione o attivare quella di swap del tuo disco, esempio (la butto li):

    sudo fdisk -l|grep swap|awk '{print $1}'|xargs sudo swapon

    PS anche i dischi dei portatili non sono tutti veloci.

    Ciao e grazie a te,
    Antonio

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: