Slax 6.0 su USB in Virtualbox, da reale a virtuale



La versione 6.0 di Slax, rilasciata pochi giorni fa, si rivela quella che tutti attendevano: una potente minidistro che può essere personalizzata e potenziata con l’aggiunta dei moduli in formato lzm (LZMA compression algorithm) che cominciano a apparire sul sito http://www.slax.org/modules.php. Anche se questi moduli sono ancora pochi (Firefox, Thunderbird, Krusader e Wine) si possono usare tutti quelli della slax 5 in formato .mo convertendoli oppure usando i pacchetti slackware adattandoli con lo script tgz2lzm.

Slax Logo

In questi giorni ho provato questa versione sia come boot nativo che all’interno di VirtualBox, e non mi pare che ci siano problemi di rilievo.

La scelta di usare VirtualBox è nata anche dall’uso della pendrive che in pochissimi secondi si può creare bootabile e usarla in ambiente virtuale.

Con VirtualBox è sufficiente cioè usare il disco fisico della pendrive per fare il boot da essa, e senza fare modifiche la stessa pendrive USB è in grado di plasmarsi su hardware reale mantenendo, infine ma non ultimo, i cambiamenti attraverso la dir /slax/changes

slaxvbox6 slaxvbox4

Per installare Slax 6 su USB si può usare il pacchetto in formato tar in italiano

ftp://ftp.slax.org/SLAX-6.x/multi-language/slax-italian-6.0.0.tar

La procedura che segue è stata eseguita sul mio portatile Ubuntu, ma è per intero applicabile a tutte le altre distro:

la pendrive da 2G vuota, formattata FAT è vista da Ubuntu in /media/USB2GB, chi si vuole cimentare dovrà adattare il proprio percorso ;)

$ cd /media/USB2GB
$ tar xvf /Software/ISO/Slax6/slax-italian-6.0.0.tar

boot/
boot/isolinux/
boot/isolinux/isolinux.bin
boot/isolinux/isolinux.cfg
boot/dos/
boot/dos/loadlin.exe
boot/dos/config
boot/dos/readme.txt
boot/dos/slax.bat
boot/syslinux/
boot/syslinux/syslinux.com
boot/syslinux/syslinux.exe
boot/syslinux/syslinux.cfg
boot/syslinux/syslinux
boot/syslinux/lilo
boot/syslinux/mbr.bin
boot/bootinst.bat
boot/bootinst.sh
boot/vesamenu.c32
boot/mt86p
boot/chain.c32
boot/vmlinuz
boot/initrd.gz
boot/slax.cfg
boot/slax.png
boot/liloinst.sh
slax/
slax/base/
slax/base/001-core.lzm
slax/base/002-xorg.lzm
slax/base/003-desktop.lzm
slax/base/004-kdeapps.lzm
slax/base/005-koffice.lzm
slax/base/006-devel.lzm
slax/base/italian.lzm
slax/modules/
slax/optional/
slax/rootcopy/
slax/tools/
slax/tools/WIN/
slax/tools/WIN/cygwin1.dll
slax/tools/WIN/mkisofs.exe
slax/tools/WIN/config
slax/tools/activate
slax/tools/deactivate
slax/tools/deb2lzm
slax/tools/dir2lzm
slax/tools/liblinuxlive
slax/tools/lzm2dir
slax/tools/mksquashfs
slax/tools/tgz2lzm
slax/tools/unsquashfs
slax/livecd.sgn
slax/make_iso.bat
slax/make_iso.sh
slax/LICENSE
slax/cheatcodes.txt
slax/requirements.txt
slax/slaxsave.zip

Su Ubuntu occorre anche linkare correttamente la shell sh (la “dash” non gli piace)

$ sudo ln -sf /bin/bash /bin/sh
$ cd /media/USB2GB/boot/

e li troveremo lo script che prepara il boot della periferica (va lanciato all’interno della dir)

$ sudo sh ./bootinst.sh

Tutto qua.

Per il menu in italiano al boot si può editare il file /boot/slax.cfg, se vi piace date un’occhiata a questo.

Se vogliamo aggiungere i moduli scaricati li copiamo in /slax/modules:

ls -l slax/modules/
-rwx------ 1 root root 8364032 2008-02-14 20:50 firefox-2.0.0.12.lzm
-rwx------ 1 root root 2633728 2008-02-14 20:50 krusader-1.80.0.lzm
-rwx------ 1 root root 9830400 2008-02-14 20:50 thunderbird-2.0.0.9.lzm
-rwx------ 1 root root 11341824 2008-02-14 20:50 wine-0.9.55.lzm

A questo punto se vogliamo usare la pendrive per effettuare il boot dovremmo avere un hardware che effettua il boot da USB, ma se così non fosse, oppure vogliamo avere subito la visione di cosa stiamo facendo, possiamo usare VirtualBox, puntando al disco USB, come già accennato in qualche post precedente:

VBoxManage internalcommands createrawvmdk -filename usb2gb.vmdk -rawdisk /dev/sdb -register

VirtualBox Command Line Management Interface Version 1.5.4
(C) 2005-2007 innotek GmbH
All rights reserved.

RAW host disk access VMDK file usb2gb.vmdk created successfully.

Questo comando crea un file usb2gb.vmdk (Writethrough, 1,92 GB) che contiene poche righe:

# Disk DescriptorFile
version=1
CID=eac6cf2a
parentCID=ffffffff
createType="fullDevice"

# Extent description
RW 4029440 FLAT "/dev/sdb"

# The disk Data Base
#DDB

ddb.virtualHWVersion = "4"
ddb.adapterType="ide"
ddb.geometry.cylinders="3997"
ddb.geometry.heads="16"
ddb.geometry.sectors="63"
ddb.uuid.image="5f4f7db4-a9b7-4c68-6a88-d7ac8b9b4bc1"
ddb.uuid.parent="00000000-0000-0000-0000-000000000000"
ddb.uuid.modification="00000000-0000-0000-0000-000000000000"

Associandolo a una macchina virtuale (questo è il mio file xml) VB il boot partirà da USB e slax si adatterà alle periferiche virtuali di VirtualBox.

La bellezza di questo, secondo me, è che la stessa pendrive avviata sul portatile riconosce perfettamente l'hardware, scusate se è poco.

Enjoy :)

slaxvbox1slaxvbox2slaxvbox5

slaxvbox7slaxvbox8slaxvbox3

About these ads

Info Antonio Doldo
www.toolinux.it - www.virtualboxes.org - adoldo.wordpress.com - Linux user & Android fan

7 Responses to Slax 6.0 su USB in Virtualbox, da reale a virtuale

  1. pasquale scrive:

    bella guida :D

  2. Antonio Doldo scrive:

    @pasquale
    grazie dei complimenti,
    Antonio

  3. DIARIO scrive:

    grazie per questa guida..la provero sulla mia usb pen
    buona giornata ;)

  4. Antonio Doldo scrive:

    @DIARIO
    Ok, fammi sapere e grazie di essere passato da qui
    Ciao,
    Antonio

  5. Antonello scrive:

    Slax su chiavetta lavora benissimo.

    Su VirtualBox 1.5.6 winXP il comando:
    ” VBoxManage internalcommands createrawvmdk -filename c:\usb1gb.vmdk -rawdisk \\.\PhysicalDrive1 -register ”

    non genera il file vmdk e non da nessun messaggio di errore. Suggerimenti?

  6. ponce scrive:

    forse e’ la versione ose di Virtual Box? ho sperimentato che questa versione non ha il comando createrawvmdk.

    in compenso riporto anche la mia esperienza: ho provato la procedura, ma il fatto di avere una chiavetta con blocchi di 2048 bytes invece di 512 ha fatto si che non abbia potuto installare syslinux o grub: ho risolto col cd slax boot from usb
    ftp://ftp.slax.org/SLAX-6.x/

    e forse sempre per il motivo dei blocchi di dimensione non standard non sono riuscito a far funzionare il raw device (nemmeno da root), in compenso pero’ me l’ha vista come periferica usb vera e propria e mi ha fatto fare il boot (sempre tramite il cd di cui sopra).

  7. Antonio Doldo scrive:

    @Antonello
    Ho provato e effettivamente non viene creato il file vmdk, mentre se si punta a un disco non USB il comando funziona regolarmente.
    @ponce
    la versione ose sembra non abbia il supporto vmdk:
    http://forums.virtualbox.org/viewtopic.php?p=16067&sid=c1d6563f0325dcff5d0a250845009dd8
    grazie per il valido contributo :)
    Antonio

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

blogtopsites.com

..:: Statistiche del Blog ::..

  • 828,092 Pagine viste
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: