AntiX-M7.01 Mepis Lysistrata, boot da file ISO



logo antix

Pochi giorni fa è stata rilasciata la release M7-01 di AntiX, nome in codice Lysistrata, costola leggera di Mepis che si dichiara ideale per computer datati.

E’ basata su Debian Etch, con la quale mantiene piena compatibilità.


Viste le ridotte dimensioni si presta benissimo a essere virtualizzata e essendo derivata Debian può essere modellata a piacere scegliendo i pacchetti da un parco software invidiabile😉

Tra le tante possibilità d’uso vi è anche quella di usare l’immagine ISO residente su una partizione e di istruire Grub a fare il boot da essa. I tools di Mepis consentono tra le varie cose di creare pendrive USB per il boot anche con crittografia, mentre il software di base va oltre le normali esigenze di lavoro

Il download è possibile in una versione snella da 170Mb e un’altra più ricca di ben 300 MB🙂 questi i link del mirror italiano:

antiX-M7.01-base.iso (177MB)

antiX-M7.01.iso (309MB)

In pratica basta creare la directory /antiX su una partizione, copiarci dentro il file ISO (antiX-M7.01.iso) e estrarre vmlinuz e initrd.gz nella stessa cartella.

Sulla mia Ubuntu ho aggiunto la label in grub e il livecd è partito dall’hard disk senza battere ciglio, mostrando in una directory /isosrc/ la partizione dove è installata Ubuntu.

La label aggiunta a grub è:

title antiX
kernel (hd0,5)/antiX/vmlinuz vga=791 fromhd=/dev/sda6 fromiso=/antiX/antiX-M7.01.iso it xres=1024x768
initrd (hd0,5)/antiX/initrd.gz
boot

Mentre l’aggiunta di gnome nel sistema installato (VirtualBox) si è rivelata semplicissima con due comandi🙂

apt-get update
apt-get install gnome

Le prove effettuate in VirtualBox e VMware dimostrano la versatilità e robustezza di Debian e Mepis.

Enjoy… e auguri






Info Antonio Doldo
www.toolinux.it - www.virtualboxes.org - adoldo.wordpress.com - Linux user & Android fan

22 Responses to AntiX-M7.01 Mepis Lysistrata, boot da file ISO

  1. emilator scrive:

    Interessante, soprattutto il boot da iso. Con la versione precedente di antiX ho recuperato alla grande un pentium3 a 500Mhz che con win98 arrancava tra mille problemi, ed è davvero un’ottima combinazione di semplicità e leggerezza, senza trascurare nulla di particolare. Speriamo che queste distribuzioni pro-muletti abbiano sempre successo.

    P.S. Trovo che il tuo sia un ottimo blog. Ti aggiungo nel mio breve blogroll, tra altri pochi eletti😉

  2. Bl@ster scrive:

    Ma il desktop, cos’è… ROX?

    Comunque ottima notizia!

  3. deer scrive:

    interessante,segnalazione.
    da provare,grazie
    http://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?p=2184655#post2184655

  4. Antonio Doldo scrive:

    @emilator
    ho trovato il boot da ISO una cosa splendida, anche se il filesystem in /isosrc viene montato read-only, basta poco per accedere a un sistema live direttamente dal tuo hard disk🙂
    Grazie dei complimenti e del blogroll che ricambio,
    Ciao e Buon Anno,
    Antonio

  5. Antonio Doldo scrive:

    @Bl@ster
    il desktop è fluxbox oppure icewm selezionabile con il tasto F1😉
    Ciao e auguri,
    Antonio

  6. Antonio Doldo scrive:

    @deer
    grazie a te per il link🙂
    Ciao,
    Antonio

  7. emilator scrive:

    @Antonio
    Grazie e buon anno anche a te!

  8. Pingback: AntiX-M7.01 Mepis Lysistrata, boot da file ISO « Sudoaptget’s Weblog

  9. P scrive:

    Ma posso anche installarla oppure gira solo da live?

  10. Antonio Doldo scrive:

    @P.
    Il tool di installazione (minstall) si può eseguire con
    Admin/Tools->Mepis Admin->Install
    devi stare attento al terminale che si apre dietro e li mettere la password di root (root)
    oppure da console con i privilegi di root, per cui puoi usare dall’utente ‘demo’
    “su -c minstall”

    Ciao,
    Antonio

  11. P scrive:

    ciao scusa se ti disturbo ma sono ancora io,,sono riuscito ad installarla.Ora avrei una curiosità,posso utilizzare le chiavette wirless usb?
    Appena ne inserisco una scompare la schermata grafica e si blocca tutto il pc…

  12. Antonio Doldo scrive:

    @P
    Non mi risulta ci siano problemi con le wireless USB, ma la la stessa cosa ti succede se inserisci un altro dispositivo USB? Prova a partire con l’ACPI disabilitato, al boot devi aggiungere “acpi=off” oppure/anche “noacpi” (senza virgolette)
    Ciao,
    A.

  13. aj scrive:

    Ok ho fatto qualche passo avanti:
    ho trovato questa guida per installare da immagine iso una derivata di mepis (ormai mi va bene tutto)
    https://adoldo.wordpress.com/2008/01/02/antix-m701-mepis-lysistrata-boot-da-file-iso/
    Era davvero promettente. Ho seguito tutti i passaggi ma quando riparto, selezione antix da grub, scorrono tantissime righe fino a quando mi dà un errore che dice:

    Looking for cdrom in /dev/hda2.
    Can’t find Mepis filesystem, sorry.
    Dropping you to a (very limited) shell.
    Press reset button to quit.

    Da premettere che ho un hd diviso in 3 partizioni:
    hda1: vuota (8 giga)
    hda2: dsl con una cartella /antix (ecc..) (1 giga)
    hda3: swap

    La label aggiunta al grub è:

    title antiX
    kernel (hd0,1)/antiX/vmlinuz vga=791 fromhd=/dev/hda2 fromiso=/antiX/antiX-M7.01.iso it xres=1024×768
    initrd (hd0,1)/antiX/initrd.gz
    boot

    Dove sbaglio?

  14. aj scrive:

    Scusate, ho postato frettolosamente lo stesso messaggio che ho mandato al forum di debian… Spero che almeno una delle due fonti mi possa essere utile!

  15. Antonio Doldo scrive:

    @aj
    non mi sembra ci siano errori, stasera guarderò sul portatile per controllare meglio. Sul sito di antix l’esempio è uguale al tuo tranne che punta a /dev/sdb6 (grub: hd 1,5)
    controlla le maiuscole: /antiX/antiX-M7.iso
    Oppure il file ISO non riesce a bootare perché si trova in un cilindro elevato? hda2 è al 9° giga…😉

    title antiX

    kernel (hd1,5)/antiX/vmlinuz vga=791 fromhd=/dev/sdb6 fromiso=/antiX/antiX-M7.iso en xres=1024×768

    initrd (hd1,5)/antiX/initrd.gz

    boot

    Ciao e a risentirci,
    Antonio

  16. Antonio Doldo scrive:

    @aj
    forse il kernel che devi usare è quello che trovi su:
    http://mepis.gabston-howell.org/download/released/AntiX/antiX-fromiso/
    dai un’occhiata…
    stasera farò una verifica.
    Ciao,
    Antonio

  17. aj scrive:

    Ho cambiato la configurazione delle partizioni. Ora ho:
    hda1 con dsl e la cartella /antiX
    hda2 libera
    hda3 swap
    Il grub è il seguente (mi scuso se sto occupando tanto spazio sul tuo blog):
    # This sets the default entry to boot.
    # Remember that GRUB counts from 0, so 1 is the second entry.

    default 0

    # This sets the length of time in seconds that grub will wait for the user to select an OS
    # before it boots the default on. I reccommend at least 15 seconds.

    timeout 15

    # Enter the entry for DSL here. Something like this.

    title DSL
    kernel /boot/linux24 root=/dev/hda1 quiet vga=normal noacpi noapm nodma noscsi frugal

    title DSL fb800x600
    kernel /boot/linux24 root=/dev/hda1 quiet vga=788 noacpi noapm nodma noscsi frugal

    title DSL fb1024x768
    kernel /boot/linux24 root=/dev/hda1 quiet vga=791 noacpi noapm nodma noscsi frugal

    title DSL fb1280x1024
    kernel /boot/linux24 root=/dev/hda1 quiet vga=794 noacpi noapm nodma noscsi frugal

    #title DSL with toram, mydsl, restore, hostname, and passwords
    #kernel /boot/linux24 root=/dev/hda1 quiet vga=normal noacpi noapm noscsi frugal dma toram mydsl=hda5 restore=hda5 host=DSL1 secure

    #title DSL with XFree86
    #kernel /boot/linux24 root=/dev/hda1 quiet vga=normal noacpi noapm noscsi frugal dma toram mydsl=hda5/xfree restore=hda6 host=DSL1 secure

    #title DSL with mydsl, restore, persistentancy, hostname, and passwords
    #kernel /boot/linux24 root=/dev/hda1 quiet vga=normal noacpi noapm noscsi frugal dma toram mydsl=hda3 restore=hda3 home=hda3 opt=hda3 host=DSL1 secure

    #title DSL Runlevel 2
    #kernel /boot/linux24 root=/dev/hda1 quiet vga=normal noacpi noapm noscsi nodma frugal 2 base norestore

    #title DSL Check filesystem(s)
    #kernel /boot/linux24 root=/dev/hda1 quiet vga=normal noacpi noapm noscsi nodma frugal 2 toram legacy base norestore checkfs

    #title Windows
    #root (hd0,0)
    #chainloader +1
    #makeactive
    #boot

    title antiX
    kernel (hd0,0)/antiX/vmlinuz vga=791 fromhd=/dev/sda1
    fromiso=/antiX/antiX-M7-base.01.iso it xres=1024×768
    initrd (hd0,0)/antiX/initrd.gz
    boot

  18. Antonio Doldo scrive:

    @aj
    non ho capito se ancora non funziona …
    scarica e sostituisci (facendo un backup dei due files prima) vmlinuz e initrd.gz da:
    http://mepis.gabston-howell.org/download/released/AntiX/antiX-fromiso/initrd.gz
    http://mepis.gabston-howell.org/download/released/AntiX/antiX-fromiso/vmlinuz

    Ciao,
    Antonio

  19. aj scrive:

    Scusami, non l’ho specificato. No, non andava e non va neanche ora che ho sostituito i due files!
    Ma secondo te a cosa si riferisce quando dice che non trova il filesystem di mepis? La partizione è in ext3 e prima che formattassi tutto era in ext2.

  20. Antonio Doldo scrive:

    @aj
    allora ricapitolo:
    in effetti il boot si fermava e nei log sembrava che ci fosse il filsystem unchecked, ho provato diverse volte cambiando vari parametri, senza risultato, alla fine ho ricreato una label (ma forse non è questo il motivo, credo che vada imputato a ext3) con questo contenuto:

    title antiX
    root (hd0,0)
    kernel /antiX/vmlinuz vga=791 fromhd=/dev/sda1 fromiso=/antiX/antiX-M7.01.iso it xres=1024×768
    initrd /antiX/initrd.gz

    e adesso FUNZIONA!

    a titolo di cronaca, per rimontare la partizione /dev/sda1 in scrittura (montata in /isosrc read-only) ho usato:
    mount /dev/sda1 /isosrc -o remount.rw

    ma solo se serve scriverci sopra😉
    Ciao,
    Antonio

  21. Andrea scrive:

    Ciao,
    sto provando questa distribuzione in live cd e la trovo molto carina, anche su hw reale è leggerissima ed è l’unica (oltre a Puppy) che vada su vecchi computer ormai pur disponendo di un interfaccia grafica decente.
    Sapresti aiutarmi a tradurla in italiano? L’ideale per me sarebbe tradurre la distro in italiano e rimasterizzare il cd (in modo da avere sempre l’italiano disponibile). Non so se può fare, ma nel caso mi sapessi aiutare ne sarei molto felice.
    Grazie in anticipo, Andrea.

  22. Antonio Doldo scrive:

    @Andrea
    Mi fa piacere che tu abbia trovato utile questa distro. Per la traduzione non ho purtroppo molto tempo, puoi vedere sul forum di antiX se esiste qualcuno che si occupa delle lingue. In realtà essendo Debian based, la localizzazione è possibile usando locales. Per i pacchetti specifici antix invece occorre partire dai sorgenti
    Vedi anche il wiki http://antix.mepis.org/index.php/Italian

    Ciao,
    Antonio

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: