MCNLive VirtualCity LiveCD/LiveUSB basato su Mandriva 2007


Nel panorama delle distro che girano su pendrive USB, oltre a PCLinuxOS, è stata da poco rilasciata una distribuzione che viene dall’Olanda e si chiama MCNLive (derivata da Mandriva e quindi rpm based). Si può facilmente installare e usare sia come liveCD che come pendrive boot USB.

La recente versione chiamata VirtualCity, si può installare su una partizione Linux, oppure su una pendrive formattata FAT ed è progettata per girare su una pendrive da 512 MB USB.

Per installarla sull’hard disk è necessario effettuare il boot da CD e seguire le istruzioni del comando draklive-install, mentre per installare su pendrive va eseguito mkmcnlive. Anche se l’installazione sulla pendrive non è distruttiva, è sempre meglio effettuare prima un backup😉

L’immagine ISO (MCNLive-VirtualCity.iso, 358 MB) contiene un sistema Mandriva 2007 aggiornato.

Cosa molto interessante è che viene distribuita con il sistema di virtualizzazione VirtualBox, permettendo quindi di sperimentare da liveCD sistemi virtualizzati nuovi oppure già esistenti nel nostro hard disk.

Nei PC che non supportano il boot da USB, si può usare il boot da CD con la pendrive inserita e usare il comando:

livecd fromusb

operazione forse scomoda, ma che ci permette di avere una flash sulla quale memorizzare dati, esiste infatti un tool (remountusb) che rimonta in R/W la pendrive.

Good Boot…🙂









Info Antonio Doldo
www.toolinux.it - www.virtualboxes.org - adoldo.wordpress.com - Linux user & Android fan

9 Responses to MCNLive VirtualCity LiveCD/LiveUSB basato su Mandriva 2007

  1. serendippo scrive:

    seguivo da tempo questa distro (lo sai che è fatta da una signora? forse è un caso unico nel mondo linux…) e sono lieto che se ne sia accorto anche qualcun altro.
    Personalmente non gradisco molto tutti gli effettacci di KDE, ma qui trovo 2 punti di forza: la possibilità di far stare un intero sistema su una pennetta di 10 grammi e (soprattutto, ma questa è una cosa che mi interessa di x sé) la virtualizzazione inclusa.
    L’unica cosa che andrebbe detta, a onor del vero, è che per far funzionare VirtualBox serve parecchia RAM.
    Speravo di utilizzare l’accrocco in ufficio, dove sono costretto a combattere con programmi Win e il tecnico risiede in un’altra sede e spesso non è raggiungibile neanche telefonicamente, ma il PC è un Celeron e ha soltanto 256 mega di RAM :((
    Quello che invece NON ho capito bene sono i comandi “livecd fromusb” e “remountusb”: se non posso bootare dalla pendrive, è anche inutile masterizzarla e occorre quindi utilizzare il CD, riservando la periferica USB ai dati? Oppure il CD serve solo ad avviare questa versione di Mandriva e poi si può passare… il timone alla pennetta?
    Grazie anticipato della risposta, se vorrai darne
    CIAO

  2. Antonio Doldo scrive:

    Il comando livecd fromusb serve proprio a effettuare il boot ove non sia possibile farlo da USB ed è chiaro che è solo una possibilità, sicuramente non comoda, ma una volta effettuato il boot con questa opzione il filesystem viene caricato in sola lettura sulla pendrive ed è qui che serve il comando /usr/local/bin/remountusb. Questo così permette di poter scrivere sulla pendrive. Non sapevo della sviluppatrice olandese, sono felice che tu lo abbia segnalato, grazie anche di questo.
    Dal forum di mcnlive, dove sono stato citato🙂 si legge:

    Look at the script in the menu -> mcnlive -> remount usb rw
    The script is in /usr/local/bin/remountusb
    But: it is written for vfat only !! So, it won’t work for your ntfs partition.
    Maybe you can change it. But it’s tricky because you first need to modprobe fuse, then find a mount command that changes the file-system ntfs on-the-fly to ntfs-3g (because you can’t umount the partition first, it’s in use!).

    Grazie…… ciao,
    Antonio

  3. serendippo scrive:

    grazie della risposta veloce – ieri sera poi mi sono messo a girare x internet cercando di risolvere un problemino che mi ero creato da solo installando un’altra distro (Kubuntu accanto a Fedora) e siccome NON sono un informatico né un programmatore, ci ho messo un bel po’ x venirne a capo…
    Sono poi tornato anche sul sito della signora e “scavando” avevo trovato maggiori delucidazioni (cliccando su MCNLive On A Stick = http://www.mcnlive.org/usblive.htm).
    Ah, dimenticavo: la signora si chiama Chris e a quanto ho capito si è trasferita ad Amsterdam dal Belgio (sa il tedesco – ha un blog omonimo qui http://mcnlive.blogspot.com/): incuriosita da Linux di fronte a un ennesimo capriccio del sistema operativo di Redmond, si è ritrovata in una comunità di ragazzotti che potevano essere… figli suoi, quanto all’età, ma che l’hanno aiutata (eccome, se questi sono i risultati!). Una bella storia, mi pare.
    CIAO

    PS: continua con le tue sperimentazioni (sono tra stupito e ammirato della tua capacità e inventiva) e anche se non le sperimenterò, ritengo giusto che qualcuno possa e debba farle (e, potrei aggiungere col signor Locke: mi batterò perché tu possa continuare a farlo – se non suonasse un tantino retorico…).

  4. Antonio Doldo scrive:

    Che dire? Di fronte a questi commenti mi commuovo…. grazie.
    Antonio.
    Il mondo nasce per ognun che nasce al mondo. (Pascoli)

  5. serendippo scrive:

    potrei prestarti un fazzoletto… virtuale😉
    keep rockin’

  6. chris scrive:

    If I only could read Italian😦, the most beautiful language on this whole wide world.
    The online translations tools make a mess out of your posting.

    Cheers from A’dam,
    –chris, “la signora si chiama Chris”🙂

  7. Antonio Doldo scrive:

    Dear Chris,
    I appreciate your comment about my post and I’m very happy you read it and insert your comments.

    I read your useful work on MCNLive for Linux users community and
    I tested the MCNLive on USB key.
    Many Italian people write to me about this distribution and I hope that your work
    will be appreciated all over the world.
    Sorry for my bad English,
    Thanks for your consideration.

    Best regards,
    Antonio

  8. Ban scrive:

    Ciao a tutti io non riesco a capire perchè una volta creata la penna usb, a me non parte all’avvio: ho impostato anche dal bios la priorità giusta, ma nulla.
    perchè non mi parte?

  9. Antonio Doldo scrive:

    @ban
    se il tuo bios supporta il boot da usb, dovresti provare se esiste usb-hdd oppure accendere il pc con la pendrive inserita e controllare se appare come hard disk. L’ultima possibilità è di masterizzare il CD e avviare MCNLive con l’opzione
    livecd fromusb
    Alcuni tips per il boot da USB (in inglese) li puoi trovare su:

    http://www.mcnlive.org/usblive.htm

    Ciao,
    Antonio

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: